Come Fare Per...


Legalizzazioni ed Apostille
InformazioniPer gli atti formati in Italia, da far valere all’estero, davanti ad autorità estere, è prevista la legalizzazione, che consiste nell’attestazione ufficiale della qualità legale della persona che ha apposto una firma in calce ad un atto e della autenticità della firma stessa.

Tra i paesi firmatari della Convenzione dell’Aja del 5/10/1961 relativa all'abolizione della legalizzazione di atti pubblici stranieri, l’adempimento richiesto è invece l’apostille, ossia una forma di legalizzazione semplificata, una specifica annotazione attestante l'autenticità del documento e la qualità legale dell''Autorità rilasciante che deve essere fatta sull'originale del certificato o dell’atto da produrre all’estero.

La competenza è della Procura della Repubblica nella cui circoscrizione gli atti sono formati, per gli atti giudiziari e notarili (atti firmati da notai, personale giudiziario), la Prefettura per altri atti amministrativi (es. atti degli ufficiali dello stato civile).

Bisogna dunque distinguere:
  • per i Paesi che hanno aderito alla Convenzione dell’Aja (elenco dei paesi) occorre l’apposizione della apostille da parte della Procura della Repubblica (o Prefettura);
  • per i paesi che non hanno aderito alla Convenzione dell’Aja occorre la legalizzazione da parte della Procura (o Prefettura competente).
Inoltre fra Italia e Belgio, Francia, Irlanda o Danimarca non occorre né legalizzazione né apostille, ai sensi della Convenzione di Bruxelles del 25 maggio 1987.

La legalizzazione delle firme non è necessaria anche per gli atti e i documenti rilasciati dalle seguenti Ambasciate e/o Consolati aderenti alla Convenzione di Londra del 7 giugno 1968: Austria, Grecia, Malta, Portogallo, Svezia, Cipro, Irlanda, Norvegia, Regno Unito, Svizzera, Francia, Liechtenstein, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Turchia, Germania, Lussemburgo, Polonia, Spagna e Repubblica Moldova. Poichè però esistono molti accordi anche bilaterali e settoriali la ricerca completa può essere effettuata sul sito del Ministero Affari Esteri nell'area Archivio Trattati all'indirizzo http://itra.esteri.it/itrapgm/

L'interessato deposita l'atto da legalizzare o apostillare comprensivo degli eventuali allegati presso la Segreteria della Procura della Repubblica al Direttore Amministrativo dr. Manlio Mirabella, piano 2° stanza n. 317, tel. 0925-964213.
OrariDal lunedì al sabato, dalle ore 08:30 alle ore 13:30, il martedì e giovedì anche dalle ore 15:00 alle ore 16:00
Torna su

Servizi per i cittadini