Negoziazione assistita in caso di separazione personale

Introduzione:

Il nuovo istituto della negoziazione assistita, ispirato all'analogo modello francese, ha trovato ingresso l' 11/11/2014 nell'ordinamento giuridico italiano con il recente "decreto giustizia" (d.l. n. 132/2014, convertito nella l. n. 162/2014), finalizzato in generale a dettare "misure urgenti di degiurisdizionalizzazione e altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile".
La nuova procedura di negoziazione assistita mira a portare fuori i contenziosi dalle aule dei tribunali costituendosi quale alternativa stragiudiziale all'ordinaria risoluzione dei conflitti, infatti le parti in lite mediante un accordo convengono in via amichevole di risolvere una controversia con l'assistenza degli avvocati che certificano l'autografia delle sottoscrizioni delle parti.

Definizione:

La negoziazione in materia di separazione e divorzio consiste nell'accordo dei coniugi di cooperare in buona fede e lealtà al raggiungimento di una soluzione consensuale di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio (nei casi di cui all'art. 3, 1° comma, n. 2, lett. b) della l. n. 898/1970), nonché di modifica delle condizioni di separazione o divorzio precedentemente stabilite, senza adire l'autorità giudiziaria e affidando agli Avvocati la negoziazione per formalizzare l'accordo, per tentare la conciliazione, per suggerire il percorso della mediazione familiare , per raccomandare ai genitori l'importanza di trascorrere tempi adeguati con i figli minori e per certificare la conformità dell'accordo alle norme imperative e di ordine pubblico.

P R O C E D U R A:

Concluso l'accordo, sottoscritto dai coniugi e certificato dagli avvocati, viene trasmesso da almeno uno degli avvocati o da un suo delegato al Procuratore del Tribunale del luogo dell'ultima residenza (la separazione personale) o della residenza di uno dei due coniugi ( il divorzio) per chiedere il nulla osta, se non vi sono figli o se sono maggiorenni autosufficienti economicamente, oppure l'autorizzazione se vi sono figli minori, incapaci o maggiorenni non autosufficienti economicamente. Nel primo caso, l'accordo raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita è sottoposto al vaglio del Procuratore della Repubblica presso il tribunale competente, il quale, se non ravvisa irregolarità comunica il nullaosta agli avvocati.

Nel secondo caso, invece, l'accordo concluso deve essere trasmesso entro un termine ben preciso di 10 giorni al Procuratore, il quale lo autorizza solo se lo stesso è rispondente all'interesse dei figli. Qualora, al contrario, il Procuratore ritenga che l'accordo non corrisponda agli interessi della prole, non lo autorizza e lo trasmette, entro cinque giorni, al Presidente del tribunale, il quale, nel termine massimo di trenta giorni, dispone la comparizione delle parti, provvedendo senza ritardo.

L'accordo di negoziazione assistita, una volta autorizzato, consegue gli stessi effetti giuridici dei provvedimenti giudiziali che definiscono gli analoghi procedimenti di separazione personale, di divorzio o di modifica delle rispettive condizioni.

Infine, gli avvocati, dopo che ricevono per pec la comunicazione del provvedimento vengono a ritirare presso la Sezione Civile l' originale dell'accordo, unitamente alla copia autenticata del nulla osta o dell'autorizzazione del Procuratore, poiché hanno l'obbligo di trasmetterlo entro 10 giorni, all'Ufficiale dello stato civile del Comune, dove il matrimonio è stato iscritto; la violazione di tale obbligo comporta l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a 10.000 euro.

A V V I S O

Si rendono note le procedure adottate dalla Procura della Repubblica di Palermo rinviando nel dettaglio alle allegate linee guida, in cui vengono puntualmente indicate le condizioni, la competenza, la documentazione richiesta, l'ubicazione dell'ufficio ricevente e l'orario di apertura dello stesso.

Negoziazione assistita in caso di separazione personale
09/11/2016 - modulo per il deposito della domanda
Scarica il file in formato PDF - 64 Kb
09/11/2016 - elenco della documentazione richiesta
Scarica il file in formato PDF - 53 Kb

Servizi per i cittadini