Sportello Antiviolenza Fenice

La Dichiarazione ONU del 1993 sull’Eliminazione della violenza contro le donne ha definito la “violenza contro le donne” nel contesto delle violazioni dei diritti umani e designa come tali tutti gli atti di violenza fondati sull’appartenenza al sesso femminile, che causano o sono suscettibili di causare alle donne danno o sofferenze fisiche, sessuali, psicologiche, che comprendono la minaccia di tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica sia nella vita privata (art. 1).
L’ISTAT, nell’indagine La violenza e i maltrattamenti contro le donne dentro e fuori la famiglia (2006), stima

  • che il 23,3% delle donne siciliane abbia subito una violenza fisica o sessuale nel corso della vita, di cui il 11,9% da parte di un partner
  • che il 4,3% della popolazione femminile da 16 a 70 anni ha subito forme di violenza sessuale prima dei 16 anni, di cui oltre il 50% da parte di parenti o persone
  • cli>onoscenti
  • che il 19,8% di donne dai 16 ai 70 anni dichiara di avere subito una forma di violenza sessuale nella propria vita.

Lo SPORTELLO ANTIVIOLENZA FENICE, che opera attraverso un servizio di accoglienza attivo presso i locali della Procura della Repubblica di Sciacca, ogni martedi ed ogni giovedì, esercita un’azione per il contrasto del fenomeno della violenza verso le donne, italiane e straniere, inteso in ogni sua forma (fisica, sessuale, psicologica, economica, assistita, coercizione o riduzione della libertà, sia in contesto familiare che extrafamiliare, sia in forma di stalking).
Nell'ambito di tale progetto è stato reso operativo altresì un servizio di accoglienza telefonica attivo tutti i giorni dalle ore 8,00 alle ore 20,00 attraverso il Numero verde gratuito 800550300.
E’ possibile contattare gli operatori anche tramite il seguente indirizzo di posta elettronica: sportelloantiviolenzafenice@gmail.com
Lo Sportello Antiviolenza Fenice nasce in forza di un protocollo d’intesa che la Procura della Repubblica di Sciacca, Il Tribunale, le forze dell’ordine ed il Comune di Sciacca hanno sottoscritto nell'aprile 2010 e attraverso il quale è stato istituito un gruppo interistituzionale, coordinato da un sostituto procuratore, la cui funzione è quella di contrastare il fenomeno della violenza contro le fasce deboli della popolazione e di accogliere la domanda d’aiuto nonchè di monitorare il fenomeno della violenza di genere e sui bambini.
Successivamente il protocollo è stato sottoscritto dai Comuni ricadenti nel Circondario del Tribunale di Sciacca, dall’Azienda Sanitaria Provinciale, dall’Ordine degli Avvocati di Sciacca e dall’associazione di Promozione sociale Fenice.
L’Attività, coordinata da una psicologa, è svolta da un gruppo di volontarie, opportunamente formate.
Il Lavoro delle volontarie dell’Associazione Fenice è mirato alla quotidiana attività dello Sportello, volta a prevenire e contrastare la violenza intra ed extrafamiliare.
Lo Sportello fornisce consulenza legale, psicologica e sostegno sociale, nel dettaglio:

  • informazioni telefoniche
  • colloqui di accoglienza: ascolto, sostegno, informazioni;
  • colloqui di consulenza professionale: psicologica, sociale, legale;
  • orientamento e accompagnamento all'utilizzo dei servizi presenti sul territorio
  • promozione di attività rivolte a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle diverse forme di violenza

Da aprile 2011 a dicembre 2012, lo Sportello Antiviolenza Fenice ha trattato 119 casi di maltrattamenti, violenza intrafamiliare, e alcuni casi di fenomeni di bullismo.
Lo Sportello Antiviolenza Fenice svolge, inoltre, attività di formazione ed informazione nelle scuole, Enti Pubblici, Ospedali, per le Forze dell’Ordine.
Nel 2011 ha realizzato un convegno, “ storia del viaggio della donna tra l’inferno e la luna”, al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della violenza, con l'intervento di diverse donne (scrittrici, donne magistrato, insegnanti) che operano attivamente in questo campo, ed ha organizzato una serie di manifestazioni denominate “oltre l’otto marzo”, finalizzate a diffondere la cultura della non violenza attraverso l’arte e la poesia, presso i locali frequentati dai giovani.
Lo Sportello Antiviolenza Fenice ha, inoltre, aderito alla Carta degli intenti dei Centri e dei Servizi Antiviolenza siciliani, pubblici e privati, promossa dal Coordinamento Regionale dei Centri Antiviolenza Sicilia Associati a D.i.Re. contro la violenza.
L’obiettivo è quello di promuovere e garantire per il territorio siciliano:

  1. Un intervento adeguato ed efficace nei confronti delle donne vittime di violenza, promuovendo l’adozione nei servizi pubblici e privati della metodologia indicata da “Combating violence against women: minimum standards for support services” del Consiglio d’Europa e sperimentata dai centri antiviolenza appartenenti all’associazione D.i.Re.
  2. La messa in rete e l’interconnessione dei servizi pubblici e privati e delle forze dell’ordine, così da istituire nei differenti livelli di intervento (emergenza/urgenza,orientamento e definizione del nuovo progetto di vita) procedure operative condivise.
  3. Lo scambio di esperienze tra centri e servizi di vecchia, recente o nuova istituzione, promuovendo la fruizione di momenti formativi, informativi e di sensibilizzazione per le operatrici dei centri e/o dei servizi antiviolenza.
  4. La promozione, nei diversi contesti territoriali, di Reti antiviolenza, garantendo ai centri o servizi di recente e nuova costituzione l’opportunità di mutuare prassi operative ed esperienze già disponibili per le esperienze di rete presenti nel territorio regionale.
  5. Un’efficace interlocuzione con le competenti Autorità regionali sia in merito all’attuazione della Legge Regionale n. 3 del 2012, recante “Norme per il contrasto e la prevenzione della violenza di genere”, sia nelle fasi di elaborazione e attuazione di programmi regionali e locali (Documento Unico di Programmazione, Piani Operativi FSE e FESR, Piani di Zona L. 328/2000, ecc.).

Sportello Antiviolenza "Fenice"

Una iniziativa della Procura, in collaborazione con l'Associazione "Fenice" ed il Comune di Sciacca, per il contrasto dei reati in materia di violenze e di abusi sessuali in danno di donne e minori.

NUMERO VERDE 800 550 300